Header Image

AppFattPro Download

VERSIONE 1.2.0.0 PROUD – Data di rilascio 05/10/2019

NOTE DI RILASCIO

Con la versione 1.2.0.0 PROUD il programma è stato ulteriormente arricchito con nuove funzionalità quali l’invio automatizzato dei file XML al Sistema di Interscambio tramite PEC – senza necessità di alcun tipo di accreditamento preventivo c/o l’Agenzia delle Entrate, l’invio automatizzato di E-MAIL o PEC, la possibilità di modifica dei dati del Cedente/Prestatore ed altro ancora.

Di seguito si riporta un elenco non esaustivo delle nuove funzionalità:

  1. Formato “Impostazioni” – Aggiunto il menu/pulsante “Settaggi posta elettronica”. Dalla finestra a popover, accedendo alle rispettive schede, è possibile procedere al settaggio dei parametri di invio automatizzato dei messaggi tramite E-MAIL ordinaria o tramite PEC nonchè  al settaggio dei parametri di invio automatizzato dei Documenti in formato elettronico XML al Sistema di Interscambio tramite PEC dedicata;
  2. Formati “Impostazioni”, “Clienti”, “Articoli o Servizi” e “Documenti” – Aggiunto il menu/pulsante “Invia E-MAIL o PEC” e relativi sotto-menu con i quali è possibile accedere ai moduli di invio generico di messaggi tramite E-MAIL o PEC;
  3. Formato “Clienti” – Cliccando sui pulsanti “E-MAIL” o “PEC” presenti sulle schede dati del Cliente selezionato è ora possibile inviare in modo automatizzato messaggi tramite E-MAIL o PEC direttamente alle rispettive sedi del Cliente stesso;
  4. Formato “Articoli o Servizi” – Cliccando sui pulsanti “E-MAIL” o “PEC” presenti sulle schede dati Fornitore e Produttore è ora possibile inviare in modo automatizzato messaggi tramite E-MAIL o PEC direttamente alle rispettive sedi del Fornitore o Produttore stesso;
  5. Formato “Documenti” – Aggiunto il menu/pulsante “Apri file XML” e relativi sotto-menu con i quali è possibile aprire una qualsiasi Fattura o Nota di debito/credito in formato elettronico XML e visualizzarne sul web browser predefinito l’anteprima di stampa – in formato HTML – con foglio di stile “Ministeriale” o foglio di stile “AssoSoftware”;
  6. Formato “Documenti” – Sostituito il menu/pulsante “Sistema di Interscambio” con il  il menu/pulsante “Invia file XML a SdI” e relativi sotto-menu con i quali è possibile accedere al modulo di invio automatizzato dei Documenti in formato elettronico XML al Sistema di Interscambio tramite PEC dedicata oppure collegarsi on-line al sito dell’Agenzia delle Entrate e procedere all’invio dei file XML tramite procedura WEB;
  7. Formato “Documenti” > menu/pulsante “Dati …. Documento” – Aggiunto il sub-menu “Cedente/Prestatore”. Accedendo alla finestra a popover è ora possibile modificare i dati del Cedente/Prestatore (ossia della utenza di lavoro). Tale procedura normalmente si rende necessaria per la emissione di Fatture classificabili come “Autofatture” – quali, ad esempio, a titolo non esaustivo, quelle ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs 471/97 (Cod. SdI = TD20) – in cui potrebbe rendersi necessario cambiare i dati del Cedente/Prestatore (utenza di lavoro) inserendovi quelli di un Cliente o Fornitore e per contro inserire i dati della utenza di lavoro come dati del Cliente (Cessionario/Committente). Il tale specifico caso, il Cedente/Prestatore può essere anche un soggetto (estero) non residente in Italia identificato in modo indiretto tramite stabile organizzazione o rappresentante fiscale;
  8. Formato “Documenti” > “Elenchi Documenti e resoconti” – Aggiunta la scheda “Autofatture (TD20-CC). Da detta scheda è possibile visualizzare l’elenco della Autofatture emesse ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs 471/97 e/o per conto del Cedente/Prestatore in qualità di Cessionario/Committente ed il relativo resoconto;
  9. Formato “Documenti” > “Elenchi Documenti e resoconti” > “Documenti XML” – Aggiunta la scheda “Autofatture (TD20-CC). Da detta scheda è possibile visualizzare l’elenco della Autofatture emesse in formato elettronico XML ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs 471/97 e/o per conto del Cedente/Prestatore in qualità di Cessionario/Committente;
  10. Formato “Documenti” > “Modulo di fatturazione elettronica” – Aggiunta la scheda “Info”. All’interno della scheda sono riportate, in modo sintetico, le informazione generiche relative all’invio dei Documenti in formato elettronico XML al Sistema di Interscambio;
  11. Formato “Documenti” > “Modulo di fatturazione elettronica” – Modificata la scheda “File XML”. All’interno della scheda è stata introdotta la sezione “SALVATAGGIO E INVIO FILE IN FORMATO ELETTRONICO XML” che comprende nell’ordine: il pulsante contrassegnato con il simbolo del “Floppy disk” con il quale è possibile salvare un Documento in formato elettronico XML sul computer per apporre la firma digitale e inviarlo successivamente tramite PEC o procedura WEB oppure per inviarlo tramite procedura WEB senza apporre la firma digitale; il pulsante contrassegnato con il simbolo della “Graffetta” con il quale è possibile salvare il Documento in formato elettronico XML come allegato da inviare in automatico tramite PEC al Sistema di Interscambio senza apporre la firma digitale; il pulsante contrassegnato con il simbolo della “Busta” con il quale è possibile accedere al modulo “Invio PEC a SdI”, caricare come allegati ed inviare tramite PEC al Sistema di Interscambio uno o più Documenti in formato elettronico XML precedentemente salvati sul computer e, qualora del caso, firmati con firma digitale; il pulsante contrassegnato con il simbolo del “Mondo” con il quale è possibile collegarsi al portale del Sistema di Interscambio ed inviare tramite procedura WEB uno o più Documenti in formato elettronico XML precedentemente salvati sul computer e, qualora del caso, firmati con firma digitale;
  12. Formato “Documenti” > “Modulo di fatturazione elettronica” – Accanto al menu/pulsante “Anteprima file XML”, aggiunto il menu/elenco a discesa che consente di selezionare il foglio di stile con cui visualizzare l’anteprima di stampa dei Documenti in formato elettronico XML: Ministeriale” o “AssoSoftware”;
  13. Aggiunte altre funzionalità varie di minor rilevanza – relative alla valorizzazione e/o gestione automatizzata dei campi – nonché eliminati alcuni refusi.
REQUISITI MINIMI

TERMINALI SU PIATTAFORMA WINDOWS

  • CPU – Processore x64-bit da 1 GHz o superiore;
  • RAM 1 Gb o superiore (consigliati almeno 2 GB);
  • Spazio disponibile di archiviazione 150 Mb (Consigliato SSD – Solid State Drive);
  • Sistemi operativi supportati: Windows 7 SP1 Professional e Windows 7 SP1 Ultimate (Aggiornamento di sistema 2999226), Windows 8.1 Standard e Windows 8.1 Pro (Aggiornamenti di sistema 2919355 e 2999226), Windows 10 Pro e Windows 10 Enterprise (Fall Creators Update);
  • Microsoft .NET Framework versione 4.6 o successiva;
  • Rete Microsoft TCP/IP;
  • Web Browser: Firefox (consigliato);
  • Gruppo di continuità della alimentazione elettrica o batteria ausiliaria (INDISPENSABILE).

TERMINALI SU PIATTAFORMA MACINTOSH

  • RAM 2 Gb o superiore (consigliati almeno 4 GB);
  • Spazio disponibile di archiviazione 150 Mb (Consigliato SSD – Solid State Drive);
  • Sistemi operativi supportati: macOS Sierra 10.12, macOS High Sierra 10.13, macOS Mojave 10.14;
  • Rete TCP/IP o IPX/SPX;
  • Web Browser: Firefox (consigliato);
  • Gruppo di continuità della alimentazione elettrica o batteria ausiliaria (INDISPENSABILE).

NOTE COMUNI AD ENTRAMBE LE PIATTAFORME (WINDOWS E MACINTOSH)

Se è già stato installato il software AppFattPro e si sta procedendo alla installazione di un suo aggiornamento (update) oppure di una sua nuova versione (upgrade), prima di procedere con l’installazione riavviare il software AppFattPro – già installato sul computer/terminale in uso – ed assicurarsi che durante l’ultima sessione di lavoro sia stato chiuso correttamente, ovvero senza interruzioni volontarie e/o accidentali dei processi di elaborazione dati, e che tutti i dati siano stati conservati in memoria e/o archiviati all’interno della cartella “Documenti/PRATICO SOFTWARE/AppFattPro/Archivi” e relative sotto cartelle.

Al termine dell’operazione, chiudere il software ed effettuare una copia di “backup” della intera cartella “AppFattPro” presente nella cartella “Documenti/PRATICO SOFTWARE”.

Di seguito, procedere con l’installazione dell’update o dell’upgrade del software.

Se è già stato utilizzato il software AppFattPro e sono già state create utenze di lavoro; nell’ipotesi in cui:

  1. sia stato istallato un aggiornamento o una nuova versione del software AppFattPro;
  2. sia stato formattato l’HD (disco rigido o supporto di archiviazione) del terminale in uso e sia stato reinstallato il software AppFattPro;

prima di avviare il software, assicurarsi che all’interno della cartella “Documenti” sia presente la cartella “PRATICO SOFTWARE/AppFattPro” e relative sotto cartelle; diversamente potrebbero verificarsi malfunzionamenti oppure il programma non sarebbe in grado di caricare i dati delle utenze di lavoro già create ed archiviate.

ATTENZIONE, IL SOFTWARE “AppFattPro” NON PUO’ ESSERE INSTALLATO SU EMULATORI OVVERO SU SOFTWARE CHE PERMETTONO DI UTILIZZARE PROGRAMMI SVILUPPATI PER SISTEMI OPERATIVI DIVERSI DA QUELLO NATIVO ED IN USO SUL PROPRIO COMPUTER/TERMINALE.

L’ESECUZIONE DEL SOFTWARE “AppFattPro” POTREBBE RISULTARE INCOMPATIBILE CON ALTRI SOFTWARE INSTALLATI SUL PROPRIO COMPUTER/TERMINALE O CON SISTEMI OPERATIVI NON TESTATI DALLO SVILUPPATORE.

Alcune funzionalità del programma potrebbero essere inibite se il terminale in uso non dispone di un collegamento internet attivo.

Il software è ottimizzato per monitor 15 pollici 16:9 (risoluzione minima 1320×740 pt) o superiori.

Versione Windows 64bit

Istruzioni per la installazione del software:

  1. Eseguire un doppio clic sul file di installazione “AppFattPro_v.1.2.0.0_PROUD_Installer_WINx64.exe”;
  2. Seguire attentamente le istruzioni fornite durante il processo di installazione del software.

Per impostazione predefinita il software AppFattPro viene installato nella seguente cartella: “C:\PRATICO SOFTWARE\AppFattPro”.

ATTENZIONE, E’ NECESSARIO AVERE UNA VERSIONE SPECIFICA DI MICROSOFT .NET FRAMEWORK INSTALLATA SUL SISTEMA AFFINCHE’ SIA POSSIBILE ESEGUIRE APPFATTPRO. SE MICROSOFT .NET FRAMEWORK NON E’ INSTALLATO, QUANDO SI AVVIA APPFATTPRO VIENE VISUALIZZATO IL MESSAGGIO DI ERRORE “VCRUNTIME 140.DLL non trovato” E IL PROGRAMMA NON VIENE ESEGUITO.

Se del caso procedere alla installazione del seguente file aggiuntivo (Microsoft):

Il file aggiuntivo “vc_redist.x64.exe” (pacchetto redistribuibile Visual C++) è e rimane di proprietà di Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati.

Istruzioni per la disinstallazione del software:

  • Eseguire il programma di disinstallazione direttamente da Windows.
Versione Macintosh

Istruzioni per la installazione del software:

  1. Eseguire un doppio clic sul file di installazione “AppFattPro_v.1.2.0.0_PROUD_Installer_MAC.pkg”;
  2. Seguire attentamente le istruzioni fornite durante il processo di installazione del software.

Per impostazione predefinita il software AppFattPro viene installato nella seguente cartella:

  • “NomeVolume\Applicazioni\PRATICO SOFTWARE\AppFattPro”.

Istruzioni per la disinstallazione del software:

  • Trascinare la cartella AppFattPro e tutto il suo contenuto nel cestino;
  • Trascinare il file delle preferenze di AppFattPro anch’esso nel cestino.

I browser più diffusi potrebbero bloccare il download dei file o impedirne l’esecuzione automatica a causa della protezione che offrono contro possibili virus, siti non attendibili, autori sconosciuti, ecc.. Pertanto, al momento, qualora si verificasse tale ipotesi è necessario forzare la procedura ed accettare il completamento del download dei file o l’esecuzione automatica.


Fatta salva la versione “DIMOSTRATIVA”, l’utilizzo del software è sempre subordinato alla sua attivazione tramite codice alfanumerico che ne attesta la concessione della relativa licenza d’uso.

Qualora non venga attivato con codice di licenza d’uso, il programma viene avviato in versione “DIMOSTRATIVA”.

Hai appena aperto una partita I.V.A. o non hai mai utilizzato AppFattPro?

Top